For want of a nail
the shoe was lost.
For want of a shoe
the horse was lost.
For want of a horse
the rider was lost.
For want of a rider
the battle was lost.
For want of a battle
the kingdom was lost.
And all for the want
of a horseshoe nail.

Essendo una filastrocca, ho trovato più adatta questa traduzione:

Per un chiodo che mancava
perse un ferro il buon destrier.
E pel ferro che mancava
cadde insieme al cavalier!
Per mancanza di cavallo
l’infelice messagger
dal nemico fu raggiunto
e morì per il dover.
Il messaggio fu rubato.
La battaglia fu perduta e tutto questo
e tutto questo per un chiodo.

Sogni, speranze, aspirazioni…tutto passa per dei piccoli, subdoli, dettagli; è lì che si fa la differenza, è lì che alcuni riescono dove altri potenzialmente simili si fermano.
Quel poco che è tutto.
Si dice che “il diavolo è nei dettagli”… ma quale diavolo, quale demonio, quello delle fiabe, dell’iconografia cristiana, che ci tende i tranelli, a cui alla fine spuntano sempre le corna? Oppure il simbolo meno noto della conoscenza, dell’arte come espressione più elevata, quello che ha ringraziato Christian Bale per l’ispirazione dopo una straordinaria performance attoriale?

Il frutto proibito come il monolite di Kubrick… ?

Entrambi, probabilmente, perché è nei dettagli che cadiamo, oppure che facciamo la differenza.
“Per un chiodo che mancava… perse la guerra”… e per una virgola mancante o spostata?
Nel 330 d.c., il generale Claudio Secondo il Gotico consultò l’oracolo di Norcia per conoscere il proprio futuro, ma l’interpretazione che egli diede del responso fu talmente nefasta che, per ritorsione, fece massacrare molti innocenti della città…
La profezia recitava: “Ibis, redibit, non morieris in bello” (andrai, ritornerai, non morirai in guerra); ma spostando la virgola il significato cambia completamente: “Ibis, redibis non, morieris in bello” (andrai, non ritornerai, morirai in guerra).
Questo la dice lunga anche sulle insidie e le potenzialità della linguaggio e su come usarlo: nel lavoro, nello studio, nei sentimenti… nella vita.
Dettagli: un chiodo da evitare per non forare una gomma; oppure che nella gomma c’è sempre stato, ma fingevamo di non vederlo e ora ci ritroviamo fermi sul margine della strada, a tentare di metterci una pezza…

Un chiodo, un dettaglio, un virgola, che mal riposta o mal percepita diventa una lacrima pesante come il mondo.

Questione di dettagli…