Finalmente l’ho visto anche io. La prima parte mi stava deludendo, soprattutto viste le aspettative. Per metà film si assiste alla classica storia di origini: il povero malato picchiato ogni due minuti dai bulli che arriva a sbroccare… Ma poi decolla. La regia inizia a inseguire la scrittura fantastica del copione e grazie a questo fa un salto di qualità.

Lo stesso Phoenix, all’inizio bravo diventa superlativo. La realtà di Batman si capovolge. Il vigilante mascherato è il clown, che rappresenta tutti i poveracci, i malati mentali, gli esclusi dalla società. Un simbolo contro l’arroganza dei potenti. Gli omicidi diventano vendette contro il sistema e fatti di cronaca nera che attirano il pubblico e quindi i soldi.